Sei qui: Home

IBBA-CNR "Progetto BOBCAT"

20 Ottobre 2021 - ORE 10.00

LA PARTECIPAZIONE ALL'EVENTO E' RISERVATA  SOLO AI DIPENDENTI CNR E DEGLI ENTI ASSOCIATI

IBBA Progetto BOBCAT

IBBA-CNR "spatials3"

19 Ottobre 2021 - ORE 9.45

LA PARTECIPAZIONE ALL'EVENTO E' RISERVATA  SOLO AI DIPENDENTI CNR E DEGLI ENTI ASSOCIATI

Camelina Sativa - Un approccio Life Cycle Thinking - 19 =ttobre 2021 Miglioramento delle produzioni agroalimentari e tecnologie innovative per un’alimentazione più sana, sicura e sostenibile.

La partecipazione al convegno sarà in formato ibrido, in presenza ed in video. Le regole di prevenzione a COVID-19 prevedono una capienza massima in presenza di 35 persone e non prevede la possibilità di somministrare alimenti.
Per Registrarsi all’evento: https://bit.ly/2Xfxx0C

ISEM-CNR "Progetto Orto"

13 Settembre 2021 - ORE 15.00

LA PARTECIPAZIONE ALL'EVENTO E' RISERVATA  SOLO AI DIPENDENTI CNR E DEGLI ENTI ASSOCIATI

How to be a Researcher in the XXI Century - Challenges and new paradigms in a changing society - 14-15-16-17 Settembre 2021

Il Progetto Orto nasce da un’idea dell’Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea (ISEM) del CNR all’interno di un macro-progetto Migrazioni & Mediterraneo che l’Istituto promuove da anni con la collaborazione e il patrocinio del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali.

Il felice connubio tra le scienze umane e sociali e le cosiddette scienze dure, esplicitato in questo progetto, è stato possibile grazie all’approccio al metodo multidisciplinare che ha contrassegnato l’insieme delle attività scientifiche svolte. La fase progettuale è stata caratterizzata fortemente dalla componente storica perché l’individuazione di un contesto cittadino con una solida tradizione orticola ha giovato considerevolmente alla riuscita del progetto. Allo stesso modo la componente tecnica, costituita dai colleghi biologi e agronomi, ha reso possibile la creazione dell’orto nella sua versione in cassette, nella quale si sono coniugate innovazione scientifica e tradizione.

Cittadini, anziani e migranti condividono “culture” e “colture”, così l’orto diventa alimento dell’anima e del corpo, costituisce un circuito virtuoso come strategia educativa e sociale e diviene anche un maestro di integrazione, di tecniche e di mestiere. Il Progetto promosso dall’ISEM è il racconto di un’esperienza di vita e, in qualche modo, di possibile rinascita che, da un lato, è progetto scientifico e di ricerca aderente alla realtà e, dall’altro, esperimento sociale capace di dare risultati e frutti nel miglioramento della qualità della vita dei soggetti coinvolti e del territorio in cui si realizza.

Il Progetto Orto ha evidenziato come il fenomeno degli orti urbani accostato alle migrazioni può acquisire sempre più interesse da parte della ricerca grazie alla riscoperta nell’attualità degli orti urbani. Entrambi possono essere studiati secondo una metodologia multidisciplinare e i risultati di tali studi specialistici sono confluiti nel volume L’orto alimento dell’anima e del corpo. Dall’hortus monasticus agli orti urbani, pubblicato in questi giorni da Pacini Editore, a cura di Alessandra Cioppi e Maria Elena Seu, rispettivamente responsabile scientifico e assegnista di ricerca del Progetto.

IREA-CNR "How to be a Researcher in the XXI Century - Challenges and new paradigms in a changing society"

14-15-16-17 Settembre 2021

How to be a Researcher in the XXI Century - Challenges and new paradigms in a changing society - 14-15-16-17 Settembre 2021

La serie di Conferenze "How to be a Researcher in the XXI Century - Challenges and new paradigms in a changing society", organizzata dal Centro per l'eccellenza e gli studi transdisciplinari (Cest) in collaborazione con la sede di Milano dell'Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell'ambiente (Cnr-Irea), ha come scopo di riflettere per ripensare il ruolo sociale di giovani ricercatrici e ricercatori a fronte delle molte sfide che attraversano la relazione scienza-società: etica, questioni di genere, diversità e inclusione, open science, comunicazione, per citarne solo alcune.
Durante 4 giornate, 20 relatori e oltre 40 partecipanti saranno coinvolti in 5 sessioni, 8 workshop e 2 eventi social.
Per ogni tema sono previsti un panel, che lo affronta da un punto di vista teorico e del dibattito attuale, e momenti seminariali, in cui si discutono con i partecipanti i possibili scenari.

La serie di conferenze si rivolge in particolare a giovani ricercatrici e ricercatori, studenti e tutti coloro che hanno intrapreso un percorso di ricerca e vogliano comprendere meglio le sfide che li attendono. È possibile partecipare sia in presenza (numero massimo di 35 partecipanti) sia in remoto. Le registrazioni chiudono il 10 settembre

L'evento è supportato dallo Young Scholars Initiative of the Institute for New Economic Thinking (INET) e da Elsevier; l'iniziativa è anche sostenuta dal progetto BRIDGES Building Reflexivity and response-ability Involving Different narratives of knowledGE and Science, finanziato da Fondazione Cariplo e coordinato da Irea-Cnr, che mira a comprendere la relazione scienza-società proprio a partire da quello che pensano di questa relazione i giovani ricercatori italiani.

Sito web della Conferenza: https://bearesearcher.associazionecest.it/

Modulo per la registrazione in presenza: https://bit.ly/BeAResearcher_RegP

Modulo per la registrazione online: https://bit.ly/BeAResearcher_RegO