Sei qui: Home NEWS

Giovedì 04 ottobre 2018, ore 15:00 – 19:00

APERITIVO SCIENTIFICO

Sala Expo c/o Area della Ricerca di via A. Corti 12 - Milano

CopertinaScienziatiInAffannoTommaso Portaluri, studente, Marilena Ripamonti, ricercatrice, Fabio Cavallotti, giornalista  incontrano gli autori del volume  Scienziati in affanno? Ricerca e Innovazione Responsabili (RRI) in teoria e nelle pratiche - CNR Edizioni, a cura di Alba L'Astorina e Monica Di Fiore

I rischi e i benefici connessi all’innovazione tecnoscientifica nel quadro più generale delle politiche della ricerca europea sono il tema del libro Scienziati in affanno? Ricerca e Innovazione Responsabili (RRI) in teoria e nelle pratiche, pubblicato a maggio 2018 ed edito dal CNR.

Da prospettive e posizioni differenti, gli autori raccontano e discutono il rapporto che la scienza ha con la politica e la società. Oltre il livello accademico ed istituzionale, e oltre la stessa RRI, il volume ospita interventi teorici e pratiche di ricerca che esplorano i significati diversi e molteplici di parole come innovazione, responsabilità, conoscenza, educazione, genere, etica, apertura della scienza.

Ma un libro vive anche dei significati che producono i suoi lettori. Quali e quante diverse letture può offrire questo testo a chi fa ricerca, a chi sta intraprendendo il suo percorso di formazione o a chi si occupa di comunicazione scientifica?

Lo scopriremo, il prossimo 4 ottobre, presso l’Area della Ricerca del Cnr di Milano, nello stesso luogo e allo stesso modo in cui ha preso forma il progetto del volume due anni fa con le Giornate sulla RRI organizzate dal CNR: dialogando.

A partire dalle 15, in una cornice informale che ribalta il tradizionale modello delle presentazioni pubbliche in cui sono gli autori a fornire le chiavi di lettura del proprio testo, saranno alcuni lettori ad aggiungere altri e nuovi significati di Scienziati in affanno? mettendo al centro del confronto con gli autori i temi affrontati dal volume e coinvolgendo nella conversazione tutti i partecipanti.  

Saranno presenti:
Leonardo Alfonsi*, Valentina Amorese, Alice Benessia, Annibale Biggeri, Gloria Bordogna, Paola Carrara, Roberto De Franco, Bruna De Marchi, Silvio Funtowicz, Luca Moretti*, Paola Mosconi, Luigi Pellizzoni, Anna Pellizzone, Alessandra Pugnetti, Zoe Romano, Andrea Saltelli, Francesco Samorè, Alessandro Sarretta, Alberto Silvani, Angela Simone, Adriana Valente, Maria Xanthoudaki.

* da confermare

L’incontro si chiuderà, alle 19.00, con un aperitivo offerto dal GRASC dell’Area della Ricerca del CNR di Milano, che patrocina l’iniziativa.

L’evento è ad ingresso libero, ma il numero dei partecipanti è limitato per consentire un reale confronto tra tutti coloro che interverranno. E’ necessaria pertanto la prenotazione entro il 30 settembre, mandando una mail a o a

Giovedì 04 Ottobre 2018 ore 09.00 - 17.00

SCIENTISTS IMPROVING THEIR ROLE IN HERITAGE CONSERVATION COMMUNITY

Università degli Studi di Milano, Dipartimento di informatica, Milano via Celoria 18

ICVBC 04.10.18L'evento, organizzato dal Cnr - Istituto per la Conservazione e la Valorizzazione dei Beni Culturali e dall'Università degli Studi di Milano, rappresenta l'occasione per l'inaugurazione della sezione Lombarda dell'Associazione Youth in Conservation of Cultural Heritage - YOCOCU di cui i due Enti coordineranno le future attività.

Per celebrare questa occasione è stata organizzata una conferenza strutturata con una serie di interventi di young conservator scientists e una tavola rotonda di esperti senior, provenienti dal mondo della professione, delle Istituzioni pubbliche, da Enti di ricerca e Università del territorio.

Si tratta di figure variegate, così da poter offrire al giovane uditorio un ventaglio di testimonianze ampio e al parterre dei senior scientists dei feedback utili a rispondere più pienamente alle aspettative delle nuove generazioni di restauratori e conservatori.

L'auspicio è che il dialogo che si mira a stimolare supporti la creazione di una rete regionale a vantaggio della ricerca applicata per la conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale Lombardo.

 Organizzato da:

  • ICVBC - Istituto per la Conservazione e la Valorizzazione dei Beni Culturali di Milano
  • Università degli Studi di Milano, Dipartimento di informatica

 Referenti organizzativi:

Laura Genovese
CNR - ICVBC
Area della ricerca Milano 3 Bicocca, Via Cozzi 53 - 20125 Milano

0266173388

Alice Plutino
Università degli Studi di Milano - MIPS Lab

Modalità di accesso: ingresso libero

Link esterni:

Allegati:
Scarica questo file (ICVBC_04.10.18.pdf)ICVBC_04.10.18.pdf[Scientists improving their role in heritage conservation community - Milano 10 ottobre 2018]297 kB

24 - 30 Settembre 2018

EUROPEAN BIOTECH WEEK

Area della Ricerca di via A. Corti 12 - Milano

Locandina EBW 2018 09 25Anche quest’anno  torna la Settimana Europea delle Biotecnologie (EUROPEAN BIOTECH WEEK, EBW).

Lanciata una decina di anni fa in Canada, la EBW è sbarcata in Europa nel 2013 in occasione del 60° anniversario della scoperta della struttura del DNA per volontà di EuropaBio - Associazione della Bioindustria europea. In Italia è tradizionalmente coordinata e promossa da Assobiotec, l’Associazione per lo sviluppo delle Biotecnologie che fa parte di Federchimica ed è membro fondatore di EuropaBio.

Nell'edizione 2016 la settimana è diventata "Global": diversi Paesi in America, Asia, Oceania e Europa hanno infatti celebrato, negli stessi giorni, questa ricorrenza a testimonianza di quanto le Biotecnologie rappresentino una risorsa senza confini capace di offrire soluzioni alle grandi sfide della società a livello mondiale.

Durante  la EBW, vengono proposte iniziative ed eventi per raccontare le Biotecnologie a un pubblico vasto ed eterogeneo e per celebrare il ruolo chiave che il Biotech ha, e sempre più potrà avere, nel migliorare la qualità della nostra vita.

Sette giorni durante i quali sarà possibile intraprendere un affascinante viaggio alla scoperta di tecnologie che utilizzano organismi viventi, quali batteri, lieviti, cellule vegetali e animali, o parti di esse, per lo sviluppo di prodotti e processi utilizzabili e applicabili in svariati ambiti: dalla terapia alla diagnostica, dall’agroalimentare ai processi industriali, passando per il risanamento ambientale fino alle energie rinnovabili.

In occasione della VI edizione della EBW (http://www.biotechweek.org/) l’Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria del CNR (IBBA-CNR), organizza in collaborazione con altri Istituti CNR (IBF, Istituto di Biofisica, e ISMAC, Istituto per lo Studio delle Macromolecole) una intera giornata di laboratori didattici incentrati sui temi delle Biotecnologie agroalimentari e industriali.

L’evento intitolato “Scienziati per un giorno!” è in programma per martedì 25 settembre 2018 e si svolgerà presso l’Area della Ricerca Milano1, Via A. Corti 12, 20133 Milano. La mattinata è dedicata alle scuole secondarie di I° grado, mentre nel pomeriggio le attività sono aperte al pubblico, previa prenotazione, scrivendo a .

Sarà possibile svolgere direttamente alcuni semplici esperimenti scientifici (come dettagliato nel programma allegato) partecipando attivamente a quattro diverse attività:

- CYAO: il cianobatterio che colora i pesci (IBBA-IBF)

- Piccolo ma…intrigante! (IBBA)

- CELLULE VEGETALI come FABBRICHE (IBBA)

- TUTTO IL MONDO È… POLIMERO (ISMAC)

Allegati:
Scarica questo file (Locandina_EBW_2018-09-25.pdf)Locandina_EBW_2018-09-25.pdf[Locandina EBW]361 kB
Scarica questo file (Programma_EBW_2018-09-25 CNR-MI IT.pdf)Programma_EBW_2018-09-25 CNR-MI IT.pdf[Programma EBW]413 kB

Mercoledì 20 Giugno 2018 ore 09:30 - 13:00

L’INTERAZIONE TRA MEDIA E RICERCATORI

Sala Expo c/o Area della Ricerca di via A. Corti 12 - Milano

Evento 20.06.18L’incontro punta a facilitare i ricercatori nell’interazione con i media e nella comunicazione al grande pubblico della loro attività scientifica e dei relativi risultati, illustrando tra l’altro il ruolo dell’Ufficio stampa del Cnr.

L’evento – organizzato dall’Area ricerca del Cnr di Milano in collaborazione con l’Ufficio Stampa - si terrà mercoledì 20 giugno alla sala Expo di via Corti 12 dalle 9.30 alle 13.00 ed è rivolto a tutti: ai ricercatori, ai tecnologi e alla rete di supporto.

Aprirà la conferenza il capo Ufficio stampa del Cnr Marco Ferrazzoli. Interverranno poi Aldo Luperini dell’Ibba, già direttore dei corsi di formazione manageriale del Cnr, Alba L’Astorina, dell’Irea - Studi Sociali su Scienza, Comunicazione ed Educazione e Giacomo Tirozzi, tirocinante dell’ufficio stampa e diplomato alla Scuola di formazione al giornalismo di Urbino e Monica Di Fiore della redazione dell’Ufficio Stampa del CNR.

Far conoscere le proprie ricerche al pubblico dei non addetti ai lavori è innanzitutto un modo per far comprendere l’importanza della scienza, per contrastare la diffusione di fake news, per aiutare i cittadini a comprendere il ruolo di ricerca, innovazione e tecnologia nello sviluppo socio-economico e culturale.

Ma è anche un’esigenza degli enti e delle università, che sempre più devono sapersi rapportare con gli stakeholder – imprese, decisori politici, amministratori, istituzioni – con i pubblici e con i media: giornalisti, blog e social.

Nel corso dell’evento si forniranno semplici suggerimenti su come esprimere meglio i concetti complessi della ricerca scientifica, sull’esigenza di una concisione a volte estrema e su come scrivere in modo accessibile al grande pubblico.

Si presterà attenzione anche al contributo che gli studi sociali possono dare alla definizione di un “equilibrato” e responsabile rapporto tra scienziati e media, partendo anche da esperienze pratiche di chi si occupa di comunicazione progettuale all’interno della rete scientifica.

Si affronteranno poi i temi riguardanti i rapporti dei ricercatori con i media, il linguaggio non verbale nella comunicazione e le nuove forme di giornalismo con la diffusione del web e dei social network.

Una buona comunicazione deve cominciare da una riflessione su regole, canali, modalità e linguaggi della comunità scientifica, che non sempre facilitano il dialogo con attori sociali diversi. In questo contesto verrà presentato il volume “Scienziati in affanno? Ricerca e innovazione responsabili (RRI) in teoria e nelle pratiche”, edito dal CNR, che affronta il tema del rapporto scienza – società.

Per informazioni:

L’interazione tra media e ricercatori

Allegati:
Scarica questo file (Evento_20.06.18.pdf)Evento_20.06.18.pdf[Evento ]872 kB