Sei qui: Home News Il senso della memoria con Moni Ovadia

Venerdi' 25 Gennaio 2019 ore 10:15

GIORNO DELLA MEMORIA - CONVERSAZIONE DI E CON MONI OVADIA

Il senso della memoria - Costruire il presente e il futuro

Sala Convegni c/o Area della Ricerca di via A. Corti 12 - Milano

moni ovadia
Moni Ovadia - Foto di Gianmarco Chieregato



Modalità di accesso:

  • registrazione / accredito

Allo scopo di sveltire i controlli da parte della guardiania i colleghi che provengono da sedi esterne ad ARM1 (Bassini/Corti) sono tenuti a registrarsi entro mercoledì 23 Gennaio 2019. .

Le iscrizioni sono chiuse

Restrizioni: 

  • l’evento è aperto ai soli collaboratori, borsisti e dipendenti CNR

Promosso da:

  • Comitato Unico di Garanzia
  • Grasc

MONI OVADIA

Attore, regista, musicista e attivista politico, è considerato uno dei più prestigiosi e popolari uomini di cultura e artisti della scena italiana.

Ha trovato la sua forma espressiva più congeniale in una forma di “teatro musicale” ispirato alla cultura yiddish - che ha contribuito a far conoscere e di cui ha dato una lettura contemporanea – incentrato drammaturgicamente sulla figura del “musicista/attore”.

Formatosi nei primi anni Settanta come cantante e musicista folk sotto la guida dell'etnomusicologo Roberto Leydi, ha prodotto nel tempo numerosi dischi di musica ispirata alla musica Klezmer, mediorientale e greca.

Nel 1993 si impone all’attenzione del grande pubblico con Oylem Goylem, una creazione di teatro musicale in forma di cabaret, osannato dalla critica e dal pubblico e prosegue negli anni proponendo spettacoli che esprimono la sua visione del mondo e i suoi ideali.

Le sue ultime produzioni lo hanno portato a lavorare sulle lingue e i dialetti, dapprima con alcuni spettacoli dedicati all’opera del poeta greco neoellenico Yannis Ritsos, poi in Sicilia, con la regia della tragedia di Eschilo “Le Supplici” in lingua siciliana e poi con l’interpretazione de “Il Casellante” di Andrea Camilleri e di “Liolà” di Luigi Pirandello.

E’ noto anche per il suo impegno politico e civile sempre in prima linea nelle battaglie a sostegno dei diritti e della pace, impegno suggellato da molteplici riconoscimenti.

E’ autore anche di numerosi saggi che riflettono su etica e spiritualità nonché sull’umorismo ebraico.